Il cliente ha sempre più ragione!

Bambino che urla nel megafono

Nelle scuole di ricevimento, come nelle hall di tutti gli hotel, si è sempre insegnato che il cliente ha sempre ragione: è lui ha pagare, è lui a decidere se ritornare, è lui a pubblicizzarci con amici e conoscenti.

Adesso le cose sono leggermente cambiate: il cliente può gestire un potere che spesso non pensa neppure di avere! Pochi click e qualche riga scritta di fretta, possono danneggiare in maniera pesante qualsiasi hotel.
Questo proliferare di social network, la condivisione di informazioni ed i siti dedicati alle recensioni turistiche sono il megafono attraverso il quale lo scontento può urlare il suo malumore e, perché no, ottenere “giustizia”: il danno che può potenzialmente essere causato da un singolo alle strutture medio-piccole non ha proporzione rispetto al costo del soggiorno.

Questo fiume di informazioni garantisce pure una maggior attinenza al vero delle descrizioni che ci vengono proposte: la distanza di un hotel dal mare la si può controllare in pochi seconti, Google Maps fornisce cartine aeree del paesaggio, un’imprecisione scoperta da un cliente precedente può essere messa in rete costringendo l’azienda a riparare il fraintendimento. Qualsiasi cosa viene controllata e ricontrollata dalle migliaia di naviganti che ogni anno visitano il sito web di un hotel consorziandosi idealmente per non essere raggirati.

La consapevolezza da parte del consumatore di questo suo potere è considerato il punto centrale del web “3.0″: non solo accesso all’informazione (“web 1.0″), non solo libera comunicazione con altre persone (“web 2.0″) ma una matura e precisa presa di coscienza delle potenzialità di uno strumento come la rete per difendere i propri interessi.

Con quali conseguenze? Possiamo dire poche, se l’albergatore si era sempre comportato al meglio delle sue possibilità, altrimenti i cambiamenti saranno sostanziali: lo scopo non sarà più portare il cliente in hotel quanto rimandarlo a casa felice dopo averlo accudito e rispettato.

Certo, come già raccontato nell’intervento precedente sui commenti degli hotel, vi è il margine per le strutture di falsare alcuni risultati ma questo non permette comunque di cancellare le opinioni altrui registrate nel web.

Qual’è allora il consiglio per un futuro turista? Acquistare fiducia e conoscenza dei mezzi informatici che preferisce: poco importa se decide di sfogarsi su Facebook, su TripAdvisor o sul suo blog personale. Non abbiate paura a segnalare inefficienze alla reception, a riprendere le cameriere ai piani o a ridire sulla cucina: date la possibilità all’hotel ed al personale di rimediare agli errori e di instaurare un rapporto. In questa nuova situazione i comportamenti che troverete saranno molto più accomodanti che in passato.

Di contro, non vergognatevi a comunicare anche quando vi sarete trovati bene, elogiando pubblicamente l’ospitalità ricevuta.

Per non essere da meno, anche alla fine di questo post c’è il vostro spazio: qualora lo vogliate, cominciate a prendere parte di quel potere che la rete vi ha conferito! Vi sentite un po più partecipanti del web 3.0?

Pagare la vacanza online senza sorprese

carta di credito sopra una tastiera
Indubbiamente Internet regala tantissime occasioni per chi sa cercare la sua vacanza online. Di contro richiede una velocità di pagamento che può esporre a dei rischi. Vediamo i possibili metodi di pagamento via internet ed i metodi per non farsi raggirare.

Nonostante i continui progressi dei programmi utilizzati per andare su internet, ancora oggi troppe persone cascano in trappole telematiche che facilmente potevano identificare e neutralizzare. Perché non è così difficile proteggersi! Seguite questa guida e sarete sicuri che i vostri soldi andranno proprio a chi vorrete.

  1. Come ho raggiunto il sito nel quale sto per mettere i miei dati? Non mettete assolutamente MAI i vostri dati personali su siti che avete trovato girovagando per internet o peggio ancora che avete raggiunto da un link su una e-mail! Se dovete organizzare un viaggio partite da questi siti per prenotare online o comunque affidatevi a portali di cui avete fiducia (magari controllatene la reputazione su internet: basta digitare il nome del sito e vedere cosa se ne dice in giro)
  2. Il nostro browser ci informa che siamo protetti? Se siete su Internet state usando un browser (nome complicato per indicare il programma che “contiene” la pagina che state vedendo in questo momento). Vedete accanto alla barra dell’indirizzo un simbolo “rassicurante”? Un lucchetto, uno stemma verde…dipende molto da programma a programma. Cercatelo anche in basso. Questi simboli indicano che la connessione è in questo momento sicura. Leggete ora l’indirizzo: prima del “.com” o del “.it” ci dovrà essere il nome del sito in cui vi aspettate di essere ( ad esempio boooking .com oppure expedia .it).
  3. Non vi sentite ancora sicuri? Provate allora ad identificarvi con dati fittizi: sbagliate volutamente la password. Se si tratta di un sito maligno allora non saprà i vostri veri dati ed accetterà qualsiasi informazione, se invece vi dirà che avete sbagliato si tratterà proprio del sito nel quale vi siete iscritti.
  4. Il pc che state usando è utilizzato anche da altri? Se la risposta è “sì” sappiate che vi sono programmi in grado di tracciare ogni operazione fatta sul web: in poche parole la persona che ha messo il programma in funzione potrebbe tornare quando voi non ci siete più per guardare la “registrazione” di quello che avete fatto.
  5. Vi state esponendo il meno possibile? SOLTANTO se ancora avete paura oppure se non avete carte di credito vi consiglio di andare alle Poste e chiedere una Postepay: con 5 Euro avrete una carta ricaricabile. Anche perdendo i dati non perderete più soldi di quanto ne avete caricati.

Adesso non avrete più scuse: potete prenotare il vostro hotel in Versilia senza brutte sorprese! Ricordate però che non è il modo più conveniente: telefonando direttamente all’hotel avrete prezzi uguali o migliori rispetto al sistema di booking online. Informatevi direttamente se avete tempo e concordate il metodi di pagamento che vi soddisfa maggiormente.

E voi, avete per caso qualche altro consiglio? Non vi sentite sicuri e volete sottoporci l’esame di un sito web? Io e gli altri lettori vi stiamo attendendo!

Dove conviene prenotare online?

Immagine barra dell'indirizzo di un sito
Finalmente è possibile prenotare online, senza problemi di pagamento, contenendo i costi, trovando la sistemazione più adatta alle vostre esigenze ed avendo tutta l’assistenza che un tempo si trovava nelle agenzie tradizionali. Ma non tutti i siti sono identici, anzi! Cerchiamo allora di chiarire chi siano i leader di affidabilità e servizio e quali portali convengano nelle varie situazioni.

Per prima cosa, in questo campo, non vi dovete fidare troppo dei motori di ricerca: il posizionamento di questi siti è curatissimo a livello di marketing (pubblicità a pagamento) e quindi viene aggirato ogni criterio qualitativo dei risultati. Affidatevi principalmente ai siti che citerò in questo post: sono tutti affidabili, conosciuti e da molto tempo presenti sul mercato. Trattiamoli adesso nello specifico:

Last Minute: lo metto primo dell’elenco perché in effetti la specialità della casa è servire chi ha fretta. Si propone da poco in Italia dove sta espandendo in questo periodo la sua rete vendite per quanto riguarda gli hotel in Versilia ma è uno dei giganti americani del settore. Offre oltre all’alloggio anche la possibilità di prenotare voli, auto a noleggio o interi pacchetti-vacanza. Per il relativamente basso numero di hotel convenzionati e per la grafica poco amichevole vi consiglio di utilizzarlo soprattutto per il lastminute o le promozioni.

Expedia: dopo l’acquisto di Venere.com (il più grande portale italiano) si prepara ad avere il parco hotel più vasto del panorama nazionale. Ben radicato nei più svariati mercati è la maniera più conveniente di prenotare pacchetti del tipo hotel+aereo inquanto impone ai fornitori di scontare il prezzo in caso di aquisto multiplo.

Booking: se state cercando il solo hotel, affidatevi a questo portale. Batte i precedenti in semplicità, in ricchezza di descrizione e commenti e, recentemente, sembra aver sorpassato Expedia come leader mondiale del settore. In Versilia conta un centinaio di hotel di tutte le tipologia, facilemente selezionabili per fascia di prezzo, categoria o servizi.
Da non sottovaluare un piccolo segreto: è il portale che percepisce meno spese di commissione dalle strutture quindi, indirettamente, voi darete più soldi all’hotel che prenotando per la stessa cifra attraverso un altro portale: che questo renda più calorosa l’accoglienza?
L’ultimo fattore che fa pendere la bilancia da parte di Booking è il pagamento: al momento della prenotazione dovrete solo dare il numero di carta di redito ma non verrà prelevata l’intera somma (come accade con gli altri portali). Pagherete direttamente in hotel, dopo aver fatto la vostra vacanza. Un bel vantaggio, no?

Il sito dell’hotel: non mi stancherò mai di sottolinearlo. Dal sito dell’hotel potete ricavare un numero di telefono o inviare un messaggio. Certamente è il canale migliore: consente un contatto diretto, saltate un intermediario (potendo quindi sperare in un miglior trattamento) e personalizzerete l’offerta nei dettagli.

Come avrete notato, escluso il sito proprietario, non parlo mai negli altri casi di una convenienza economica per la prenotazione di una camera su un portale o su un altro: non lo faccio perché la stragrande maggioranza degli hotel è costretta a mettere i medesimi prezzi se vuole entrare in questi circuiti di vendita. Naturalmente, se mai dovesse esservi uun prezzo minore, lo cercherei su booking poiché è il portale che chiede agli hotel meno soldi di intermediazione.

Certo, non solo questi portali sono affidabili, sono semplicemente quelli che hanno dimostrato di essere i migliori siti per prenotare online con centinaia e centinaia di vacanze vendute ogni ora. Il consiglio è di sfruttarli al massimo per il tempo che si ha a diposizione cercando le strutture che meglio si adattano alle vostre esigenze e poi usare un motore di ricerca per prenotare direttamente e richiedere le utime informazioni.

Qualcuno di voi utilizza altri siti per prenotare online? Volete istruzioni più precise? Ci raccontate di qualche vostra esperienza in questo settore? Riempite il campo bianco qui sotto!