Bussola Versilia

Logo Discoteca Bussola Versilia

La discoteca Bussola in Versilia è il luogo della luce e della musica, del glamour e dei turisti che hanno voglia di divertirsi. Un ambiente rinnovato recentemente, ricco di tecnologia e pronto ad accogliere le vostre migliori serate.

Raccontiamo un po di storia di questa che è stata una delle più importanti discoteche d’Italia: fondata nel ’55 è ascesa subito alla ribalta nazionale con ospiti del calibro di Celentano, Tenco, Mina e Patty Pravo. Ancora nel decennio successivo si poteva avere la fortuna di ascoltare in Bussola artisti come Luis Armstrong, Ginger Roger ed Ella Fitzgerald.
La vita recente della discoteca Bussola di Focette gira nell’inverno 2007 quando viene completamente ristrutturata: in questi decenni è cambiato il concetto di discoteca e se un tempo erano le grandi performance dal vivo ad attirare pubblico adesso sono la tecnologia ed i dj. La Bussola si adegua facendo spazio a maxi-schermi, proiettori, laser e neon che fanno delle luci il punto di forza del locale.

L’ambiente è elegante ma non ingessato, comunque sempre sicuro e tranquillo. La musica è principalmente dance. Non è una delle discoteche più economiche, ma ragionevolmente ve la caverete con una 30 di Euro salvo ovviamente contattare qualche pr della Bussola.

Ascoltiamo cosa ha da dirci il direttore artistico su questo locale, in una intervista rilasciata per l’inaugurazione:

Per contattare qualche pr, avere qualche foto e fare qualche conoscenza fra gli estimatori del locale vi consiglio di andare sul nuovo sito web della Bussola Versilia o meglio ancora di esplorare il gruppo su Facebook : non serve essere iscritti per visitarlo, è invece necessario esserlo per contattare uno dei circa 5.000 iscritti.

Riassumendo:
La Bussola Versilia è il posto adatto a te se:

  • Ami andare a ballare in un ambiente elegante e curato.
  • Ti piace uscire la sera attento al tuo guardaroba.
  • Ami essere nei posti “giusti”.

La Bussola Versilia non è il posto adatto a te se:

  • Quando esci con gli amici ti piace “fare casino”.
  • Sei giovane giovane e vuoi stare con i tuoi coetanei.
  • Pensi che per divertirsi non sia necessario essere alla moda.

Chiedo però anche il vostro aiuto: i giudizzi sintetici sono efficaci per farsi un idea quanto talvolta fuorvianti. Se ritenete che vi possa essere spazio per dell’altro in Bussola raccontateci la vostra esperienza nei comenti. Usate i commenti anche per richiedere i contatti di pr, informazioni su liste e tavoli: son certo che qualcuno dello staff non tarderà a rispondervi.

2 giugno: Viareggio non dorme!

Folla alla Notte Blu

Se per il ponte del 2 giugno avete in mente una scappatella in Versilia preparate il costume senza esitazioni. Ma riuscirete a fare un tuffo resistendo alle attività proposte dall’edizione 2009 del Viareggio Mare?

Si tratta di una iniziativa organizzata per i 5 giorni del ponte, dal 29 maggio al 2 giugno, con il sostegno delle più importanti istituzioni locali: lo scopo principale è proprio quello di far vivere la città ai turisti a 360° grazie ad una serie di eventi di ogni tipo. I numeri dalla manifestazione?

  • 5 piazze
  • 55 eventi speciali
  • 160 stand espositivi
  • oltre 1000 prove in mare
  • oltre 200.000 persone attese

In questa mobilitazione generale della città l’evento principale sarà la notte blu, tra domenica e lunedì, che si svolge in parte in Piazza Mazzini ed in parte nel Vialone Darsena: nella prima location, dalle 21:00 alle 24:00 assisterete a spettacoli con musica dal vivo, balli e scene teatrali, nella seconda invece avrete un apertura dedicata di tutti i locali del Vialone Darsena fino a notte inoltrata.
Nel contesto troverete esposizioni che soddisferanno gli interessi più particolari in campo di nautica, motori, culinaria e sport estremi.

Ricordiamo alcuni degli avvenimenti più interessanti:

Venerdì 29: inaugurazione il pomeriggio e apertura di tutti gli ambienti allestiti, ossia il villaggio gastronomico, il mercato equo e solidale, il villaggio “Arti e Mestieri” ed il villaggio “vecchia Darsena”. Successivamente vi sarà l’apertura notturna del Museo della Marineria e del Museo Villa Paolina.
Sabato 30: sveglia mattutina per chi vuole seguire i delfini in catamarano (ovviamente su prenotazione) o assistere a dimostrazioni di salvataggio della Capitaneria di porto. Nel pomeriggio ai vari mercati si aggiunge l’adrenalina con le prove libere della Gara Nazionale di off-shore.
Domenica 31: mattina di gare con i bolidi dell’acqua, pomeriggio e sera da passare nei vari villaggi, eccezion fatta per la dimostrazione di salvataggio dei Vigili del Fuoco alle 15.
Lunedì 1: ancora alla ricerca dei delfini, ancora fiere tematiche, sempre più impegno letterario con l’iniziativa “Oceano Mare”, lettura di un libro di Baricco dedicato a Tobino.
Martedì 2: ultimo giorno tranquillo, con la chiusura alle 24 di tutte le esposizioni.

A queste iniziative si aggiungano tutte quelle prese dai singoli espositori: dalle lezioni di surf alla prova di motoscafi, dalla barca a vela ai corsi di sopravvivenza su zattera, dalle escursioni in idrovolante alla prova di paracadute ascensionale (solo queste ultime 2 a pagamento).

Molti altri eventi sono ancora da programmare: consultate il programma ufficiale del Viareggio Mare per conoscere tempi, aggiornamenti e particolari delle iniziative.

Museo dei Bozzetti

Dei bozzetti del museo

Pietrasanta ospita ormai da decenni alcuni tra gli scultori migliori del mondo: creano nei laboratori cittadini per produrre opere che andranno ad impreziosire collezioni milionarie o ad abbellire piazze. A testimonianza del loro lavoro, del loro processo scultoreo, nasce il Museo dei Bozzetti.

Copie più o meno fedeli delle opere che marcano il nostro secolo vengono continuamente aggiunte regalando al visitatore un disegno preciso su quello che è la scultura contemporanea. Nel museo troverete bozzetti dei più grandi: Leone Tommasi, Jean Michel Folon, Gonzalo Fonseca, Giuliano Vangi, Igor Mitoraj, Rosario Murabito, Gigi Guadagnucci, Jean Robert Ipousteguy, Marcello Tommasi, Kan Yasuda, Harry Marinsky, Fernando Botero, Pietro Cascella, Maria Papa, Alicia Penalba, Isamu Noguchi, Gio’ Pomodoro, César, Pietro Consagra, Novello Finotti, Costantino Nivola.

Per chi vuole andare oltre il museo o semplicemente preferisce stare all’aria aperta vi è il Parco della Scultura: Pietrasanta, come a farsi chioccia della cultura scultorea riempie le sue strade antiche ed i suoi giardini di opere d’arte. Consigliamo la passeggiata in notturna, per evitare la calura ed arricchire la visita con i giochi di luce allestiti per dare la corretta illuminazione al marmo.

Il museo può essere visitato gratuitamente in ciascuna delle sue 2 strutture e si presta ad essere visitato sia singolarmente (con l’utilizzo dei percorsi didattici) sia in gruppo (vista la possibilità di prenotare una guida).

Per la stagione 2009 il Museo dei Bozzetti organizza:

  • Amico Museo – Apertura notturna: sabato 16 maggio sarà possibile osservare le opere anche dalle 21 alle 24, sempre con ingresso gratuito. Questa iniziativa aderisce all’appuntamento europeo “La notte dei musei”.
  • Daniel Milhaud – Altamente infiammabile: dal 09 maggio al 07 giugno.
  • Viliano Tarabella – GENESI: dal 04 aprile al 07 giugno.

Se non sapete come arrivare al Museo dei Bozzetti, ecco qui come calcolare l’itinerario: basta inserire il vostro indirizzo di partenza a fianco della mappa.

Se mi dimentico di qualche mostra, o in futuro mi dimenticherò di aggiornare, non abbiate pietà e commentate!