Bambini in hotel: istruzioni per l’uso.

bambini che piangono

Avete mai pensato a come gestire i bambini in hotel? Hanno grandi esigenze, eppure senza di loro non sarebbe vacanza. Ma allora cosa fare per non tornare a casa insoddisfatti?

Per prima cosa, bisogna porre la giusta attenzione nello scegliere un hotel per bambini: vi sono ambienti o situazioni nelle quali i bambini saranno totalmente inadeguati e non potranno godersi la vacanza.

Passiamo adesso alla preparazione della valigia:

  • Pappe, biberon, minestrine, biscotti e tutta la dieta del piccolino devono essere portate da casa e consegnate giornalmente alla cucina: tutti i bambini vengono cresciuti con attenzioni differenti e non si può pretendere che la cucina dell’hotel sia in grado di occuparsene da sola.
  • Valutate l’acquisto di un interfono: non so se ne fate uno a casa, in hotel stare nella stessa stanza in cui dorme il bambino risulta notevolmente scomodo e dagli spazi comuni non si sentono i pianti.
  • Naturalmente portatevi pannoloni, ciucci, e necessario per l’igiene da casa: avrete sempre una farmacia più o meno vicina, ma questo non vi impedisce di organizzarvi un minimo prima e non perdere tempo. Il curioso caso tipico dei bambini in hotel è quello in cui un intero piano passa una notte insonne per la mancanza di un ciuccio di riserva: un minimo di precauzioni non guastano.
  • Valutate a seconda della distanza dal mare e dei vostri progetti l’utilità di portare il passeggino.
  • Concordate con l’hotel la presenza in stanza del lettino: lo portate voi o lo troverete in camera?.

Le cose che si potrebbero evitare sono invece:

  • Le medicine, soprattutto se non si usano abitualmente: è impossibile che il vostro hotel in Versilia sia a più di 3 km da una farmacia. Si noti che durante l’estate vi è la guardia medica anche pediatrica attiva sia di giorno che di notte.
  • Il seggiolone, che troverete già nel ristorante dell’albergo
  • I giochi ed in generale i passatempi: trovate anzi una struttura con un bel giardino, che sappia essere accogliente. Fanno eccezione palette e secchiello oppure i braccioli se li avete già in casa.

Adesso siete pronti per l’arrivo dei bambini in hotel. Pianificate il prima possibile con la cucina gli orari preferiti per il pasto e consegnate eventuali minestrine, successivamente passeggiate in giardino: rendetevi conto se vi possono essere pericoli.

Il periodo della cena dei genitori è spesso critico perché il bambino, annoiandosi, può cominciare a piangere al ristorante. La prima soluzione è quella di alternare la presenza al tavolo dei genitori, la seconda ipotesi è più laboriosa ma certamente più soddisfacente: qualche fortunato genitore riesce a tranquillizzare i bambini mettendoli alla TV, dopo averli assicurati al passeggino ed affidati alla vigilanza del receptionist. Non serve molto tempo per consumare una portata ed il progetto non sembra impossibile da realizzare. Naturalmente l’ideale è riuscire a far coincidere le pennichelle con i vostri pasti, ma non tutti i figli possono essere così “flessibili”.

Ma veniamo ai genitori: avete pensato di concedervi una serata tutta per voi? Anche un uscita nel centro più vicino può essere rigeneratrice. Se l’hotel in cui siete vi ispira un minimo di fiducia dedicatevi una serata con l’aiuto di una babysitter: non è un lusso, si tratta solo di 3 ore da passare in coppia a fronte di una spesa trascurabile.
Trovare una babysitter in Versilia è più semplice di quello che pensate: cercando sul web troverete numeri di telefono con referenze.
Eppure il mio consiglio rimane quello di chiedere all’hotel un contatto fidato. Una ragazza conosciuta, per la quale l’ambiente non sia nuovo e con esperienza nel tenere i bambini credo sia il massimo che si possa richiedere e solo con una richiesta alla reception si può ottenere.

Beh, erroneamente penso di aver scritto tutto quello che c’è da sapere sui bambini in hotel…volete aiutare le altre mamme ad organizzare la vacanza ricordandomi tutto quello che mi sono dimenticato? Scrivetelo qui sotto!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>